Meteo Laveno

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Onde stazionarie con oscilloscopio

Atri argomenti

Visualizzazione delle onde stazionarie per mezzo di un Oscilloscopio a
doppia traccia


Le onde stazionarie si formano quando due onde con lunghezza uno multiplo dell'altra si incontrano.

Le possiamo vedere per mezzo di un ondoscopio, o anche usando un oscilloscopio.

L'oscilloscopio è uno strumento che serve a  misurare e visualizzare sotto forma di onde i circuiti o componenti elettronici quando sono attraversati da corrente. Il Laboratorio dispone di un oscilloscopio a doppia traccia, ossia ha la possibilità di visualizzare sul piccolo schermo il comportamento di due sorgenti "elettriche".

Al nostro oscilloscopio, abbiamo collegato un generatore di bassa tensione, circa 6 volt CA, e un generatore di frequenze variabili con la stessa differenza di potenziale (voltaggio). La frequenza del generatore di bassa tensione, come tutte le apparecchiature elettriche, ha una frequenza di 50 Hz.

Collegando il generatore di frequenze, abbiamo potuto modulare la frequenza in uscita, collegata alla seconda entrata dell'oscilloscopio, da 50 fino a 300 Hz, verificando che a 50 Hz. si ha formazione di un ventre, a 100 Hz. due ventri e tre a 200 Hz. ecc.

Pannello frontale dell'oscilloscopio

figura di lissajous, formata dalla sovrapposizione di due onde aventi la stessa frequenza (50 Hz)

Lissajous (fonte Wikipedia)

figura di lissajous, formata dalla sovrapposizione di due onde aventi frequenze multiple, (50 Hz) (100 Hz)

Lissajous (fonte Wikipedia)

 

figura di lissajous, formata dalla sovrapposizione di due onde aventi frequenze multiple, (50 Hz) (200 Hz)

Lissajous (fonte Wikipedia)

Torna ai contenuti | Torna al menu